Pesca: come si vive questo sport oggi?

Gli appassionati di pesca sono tantissimi ed ogni giorno si ritrovano a competere in sfide interessanti ed adrenaliniche per accaparrarsi la preda più grossa, ma in questi anni governati dalla tecnologia, come si approccia il pescatore alla sua disciplina? In questo breve, ma speriamo, esauriente articolo, cercheremo di rispondere a questa domanda evidenziando le caratteristiche di questo sport tanto amato e ricco di varianti.

Le nuove leggi sulla tutela ambientale della fauna sono qualcosa che i moderni pescatori devono conoscere a menadito. Non è ammessa ignoranza e, se si desidera provare il brivido di affrontare le creature acquatiche che vivono nei nostri fiumi, è importante avere consapevolezza delle eventuali specie protette o in via di estinzione che vanno evitate ad ogni costo.

Un’ altra filosofia di recente introduzione nel mondo della pesca è il No Kill o Catch & Release atta a proteggere le prede che, in questo caso, assumono solo un ruolo di sfida sportiva in tutti i sensi, alle quali si cerca di arrecare meno danno possibile, rilasciandole subito dopo la cattura. Un notevole passo avanti dettato più dalla voglia di sport che da un vero e proprio desiderio di cibarsi dei pesci catturati.

Alcune aree geografiche hanno altresì introdotto una tassa per la pesca in determinati punti di fiumi, torrenti e laghi, che va pagata per poter gettare l’amo, oltre all’ obbligo di munirsi di licenza. Tutto per incentivare i veri appassionati che vogliono rispettare l’ambiente e le loro prede, senza rinunciare ad una buona sfida. Anche la tecnologia è una parte importante della pesca moderna, ma molti cercano di evitarla il più possibile per non facilitarsi troppo le cose.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *